Emozioni, pensieri e comportamenti sono collegati tra di loro.

Circa il 99,9% dei nostri problemi sono influenzati da ciò che facciamo e ciò che pensiamo nel presente (lo 0,1% diciamolo, è sfiga).

Ma proprio laddove sta il problema si trova la cura, la nostra potenzialità, nel qui ed ora.

Collaboreremo per cambiare ciò che si può cambiare e per accettare attivamente ciò su cui non abbiamo potere, senza evitarlo o subirlo ma vivendolo con la consapevolezza che esiste, è lì, al pari delle cose belle che ci riempiono la vita.

Bagaglio di partenza: motivazione e tolleranza a vivere nella “terra di mezzo” che non è affatto un deserto ma un mare di opportunità.

Obiettivo: vivere appieno le nostre esperienze, tutte quante, essere innamorati di noi stessi, darsi da fare, imparare ad essere flessibili e sviluppare la nostra resilienza per non vivere come Don Abbondio dei Promessi Sposi “… Un vaso di terracotta, costretto a viaggiare con molti vasi di ferro…”